COMUNICATO UFFICIALE: Aggiornamento sulla situazione COVID19

COMUNICATO UFFICIALE
Ebbene si, questa volta è toccato a noi!
Con questo comunicato stampa ufficiale, la società vuole raccontare nello specifico quello che ci è successo, e quello che stiamo affrontando da qualche settimana.
Andiamo per ordine.
Martedì 23 febbraio un’atleta ci comunica che il padre è risultato positivo ad un tampone, immediatamente l’atleta viene isolata, e vengono sospesi gli allenamenti di martedì e mercoledì. Allo stesso tempo la società si mette in contatto con la squadra ospitante a cui viene chiesto lo spostamento partita in quanto non riuscivamo a garantire in tempi brevi i tamponi per tutta la squadra. Spostamento che non viene accettato. Cerchiamo in tutti i modi una soluzione, e la società riesce ad organizzare, grazie all’aiuto di alcuni collaboratori, una somministrazione di massa di tamponi. Venerdì 28 febbraio la squadra femminile si sottopone a tampone antigenico, in previsione della partita di domenica. ESITO NEGATIVO PER TUTTI, che permette alla squadra di allenarsi in maniera tranquilla. Martedì 2 marzo, la squadra si ritrova in palestra per svolgere il primo allenamento settimana. tutto prosegue per il meglio; Mercoledì mattina un’atleta comunica alla società che manifesta piccoli sintomi di influenza, e in via precauzionale la dirigenza decide di sospendere l’allenamento di mercoledì, la stessa atleta giovedì si sottopone ad un tampone rapido che da esito POSITIVO. Dopo questa notizia, la stessa dirigenza insieme al covid manager si mobilità per cercare di isolare ed arginare il prima possibile la diffusione ed il contagio, annullando tutti gli allenamenti e provvedendo tempestivamente allo spostamento della gara con Amatori volley in programma il sabato successivo. Vengono isolate tutte le atlete e tutto lo staff che è entrato in contatto con il caso positivo e nei successivi giorni vengono effettuati tamponi rapidi di massa a tutti. risultato:
– 7 atlete positive
– 2 membri dello staff positivi.
Ovviamente dopo questa notizia, per ognuno di loro è scattata la procedura ASL, sotto monitoraggio del medico curante di ogni singola persona, che in questo momento sono in isolamento, alcuni in attesa di essere contattati dall’ASL per effettuare il tampone molecolare, altri che hanno già una data certa. le stesse atlete risultate negative sono comunque in quarantena ed in continuo monitoraggio con il loro medico curante.
Situazione analoga si è verificata per la squadra maschile, che giovedì 4 marzo disputa la prima partita in casa, dopo aver effettuato anche loro tamponi antigenici tutti negativi. Sabato 6 marzo, un membro della squadra comunica di essere risultato positivo ad un tampone rapido, e prontamente la dirigenza avvisa sia la squadra avversaria della partita di giovedì che la squadra che avrebbe dovuto incontrare sabato pomeriggio, e comunicando la situazione al comitato regionale, lo stesso dispone il rinvio della partita. Sempre per la tutela della salute di tutti i tesserati, nei successivi giorni anche la squadra maschile e lo staff si sottopone a tampone rapido, confermando la presenza di altri 3 atleti positivi, con conseguente sospensione degli allenamenti.

Adesso che tutte le vicissitudini sono chiare e pubbliche, vogliamo soffermarci su alcuni punti.
-La nostra società ha sempre rispettato i protocolli in maniera impeccabile, andando il più delle volte anche oltre il regolamento e/o il protocollo, somministrando a tutti gli atleti/e e allo staff tamponi rapidi ogni 7 giorni, nonostante la nostra palestra venga sanificata ed igienizzata a giorni alterni, grazie all’acquisto da parte della scuola di un macchinario professionale, nonostante l’applicazione del protocollo in maniera ferrea e rigida, nonostante tutto questo evidentemente non è bastato ad arginare questa situazione rocambolesca nel quale ci troviamo. Questo sottolinea quanto subdolo e pericolo sia questo virus, che non è possibile controllare in alcun modo
– abbiamo fatto allenamento il venerdì 28 febbraio solo perché i tamponi era tutti negativi, quindi nessuna responsabilità e nessuna colpa è da attribuire a alla dirigenza e/o alle atlete, sottolineando che non c’è stata NESSUNA NEGLIGENZA da parte della società.
– in virtù di tutto ciò andrebbe sottolineato come in questa stagione, ed in questa campionato, più che in altre stagioni bisognerebbe COLLABORARE, cerca di aiutarsi tra società, anteponendo la salute di tutte, rispetto alla singola ed insignificante partita, di un campionato che non ha senso

A conclusione, vogliamo ancora una volta sottolineare la nostra corrente di pensiero, che è quella di VOLER SOSPENDERE QUESTO CAMPIONATO il prima possibile, prima che sia troppo tardi, e prima che questo sport si trasformi in qualcosa di brutto e pericoloso!

UFFICIO STAMPA ASEM BARI VOLLEY

Posted by asemvolley